Mercato dell’office leasing, performance stabili a Milano e Roma

Data:

Le recenti analisi di Jll indicano che il settore dell’office leasing ha raggiunto un take-up di circa 240.000 mq, con circa 170.000 mq a Milano e 70.000 mq a Roma.

Nel primo semestre del 2024, il mercato milanese ha mantenuto una performance stabile rispetto allo stesso periodo del 2023, con un take-up totale di circa 170.000 mq, oltre a ulteriori 10.000 mq di sublocazioni. Questo risultato sottolinea la solidità dei suoi fondamentali.
Il vacancy rate medio è intorno al 9%, mentre per gli immobili di classe A è inferiore al 3%. I canoni prime sono aumentati fino a 710 euro al metro quadro.
La maggior parte degli spazi si trova in zona Porta Nuova, vicino al Duomo e nel centro storico.

Nel primo semestre, il mercato di Roma ha visto un take-up di circa 70.000 mq. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, c’è una diminuzione dovuta a due grandi transazioni avvenute nel primo semestre del 2023 nelle zone dell’Eur e del centro. Il vacancy rate si attesta intorno al 6,5%, mentre i canoni per immobili prime sono cresciuti leggermente rispetto al trimestre precedente, raggiungendo circa 540 euro al metro quadro. Circa la metà del take-up riguarda affitti in aree centrali.

Complessivamente, la domanda di spazi per uffici rimane dinamica, sostenuta da un significativo tasso di rientro in ufficio e utilizzo degli spazi. Secondo il report “Exploring Italy Office Occupier Trends” di Jll, le aziende preferiscono localizzare i propri headquarter in zone centrali o ben collegate e scegliere immobili conformi agli standard Esg, che massimizzano il benessere e la produttività dei dipendenti, oltre a offrire maggiore efficienza nei costi operativi ed energetici.

Stefania Campagna (in foto), head of markets di Jll Italia, ha osservato che nel primo semestre dell’anno, circa la metà del take-up a Milano e Roma si è concentrato nelle zone centrali, un aumento significativo rispetto al primo semestre del 2023. Questo risultato, ha sottolineato, conferma quanto emerso dall’ultimo studio di Jll, in cui la posizione è emersa come il principale fattore di domanda, insieme alla qualità degli immobili, spesso legata a progetti di riqualificazione o a nuovi sviluppi in aree periferiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Calendario eventi

Ultimi articoli

Related articles

Stefano Scalera è il nuovo amministratore delegato di Invimit

Il Consiglio dei ministri ha dato l'ok alla nomina di Stefano Scalera quale nuovo amministratore delegato di Invimit....

I legali nel finanziamento da 290 mln a Central Sicaf

BonelliErede e Legance hanno assistito, rispettivamente, Central Sicaf S.p.A., società operativa nel mercato immobiliare italiano delle società d'investimento...

Venduto l’ex Ospedale del Mare di Venezia, sorgerà parco tech sanitario

Un tempo ospedale dedicato alla cura della tubercolosi e delle malattie respiratorie, l'ex ospedale del mare del Lido...

Teha accoglie Jacopo Palermo per potenziare il settore real estate

Teha Group ha annunciato il nuovo ingresso di Jacopo Palermo (in foto), ex ceo di Costim e esperto...