Triennale Milano presenta gli eventi per la Design week 2024

Data:

In occasione della Milano Design Week, Triennale Milano presenta una serie di nuove mostre e progetti:

  • Io sono un drago. La vera storia di Alessandro Mendini 
    13 aprile – 13 ottobre 2024
    Prodotta con: Fondation Cartier pour l’art contemporain
    In collaborazione con: Archivio Alessandro Mendini
    A cura di: Fulvio Irace
    Progetto di allestimento: Pierre Charpin
    Un’ampia retrospettiva sull’opera di Alessandro Mendini, architetto, designer, artista e teorico che ha segnato le rivoluzioni del pensiero e del costume del vecchio secolo e del nuovo millennio. Il titolo dell’esposizione Io sono un drago prende spunto da uno dei suoi più emblematici autoritratti per enfatizzare l’unicità della sua figura nel mondo del progetto.
    Biglietto intero €15 / Ridotto €12 / Studenti € 7,50
  • What?
    Un omaggio di Philippe Starck ad Alessandro Mendini
    16 aprile – 16 giugno 2024
    Prodotta con: Fondation Cartier pour l’art contemporain
    Art direction: Philippe Starck
    Un’installazione immersiva site-specific che porta i visitatori nel subconscio e nell’universo creativo dell’architetto, designer e artista Alessandro Mendini attraverso gli occhi visionari di Philippe Starck, tra i più brillanti progettisti del nostro tempo. Un viaggio impressionistico, guidato da suoni e immagini in costante trasformazione.
    Ingresso con il biglietto della mostra Io sono un drago. La vera storia di Alessandro Mendini

Dal 15 aprile è possibile visitare:

  • Inga Sempé. La casa imperfetta
    15 aprile – 15 settembre 2024
    A cura di: Marco Sammicheli
    Progetto di allestimento: Studio A/C
    Una mostra che mette in scena progetti, oggetti e disegni in uno scenario domestico: una vera e propria abitazione che ha l’obiettivo di trasmettere al visitatore la complessità e l’approfondimento del lavoro della designer francese. Il visitatore può interagire con ambienti come camera da letto, cucina, corridoio, disimpegno, spazio esterno, e svolgere gesti quotidiani, come leggere un libro, sedersi sul divano, accendere e spegnere le luci. Sono inoltre esposti alcuni oggetti disegnati da Vico Magistretti e Massimo Morozzi, e opere di artisti internazionali, tra cui Gilbert & George, Domenico Gnoli, Mette Ivers, Saul Steinberg.
    Ingresso con il biglietto del Museo del Design Italiano
  • Cini Boeri nella Biblioteca del Parco  
    15 – 28 aprile 2024
    Biblioteca Parco Sempione
    In collaborazione con: Archivio Cini Boeri
    Da un’idea di: Antonio Boeri, Giulia Boeri
    A cura di: Cristina Moro
    Una mostra dedicata a Cini Boeri e presentata – negli spazi della Biblioteca di Parco Sempione – in occasione del centenario della sua nascita, per avvicinarsi alla sua figura attraverso i progetti di design e i materiali dell’Archivio Cini Boeri, a testimonianza di un linguaggio alla costante ricerca di forme inedite e funzionali, e di progetti sensibili alle esigenze degli individui.
    Ingresso libero

Generating Visions

  • Alcantara in the Arts

15 – 21 aprile 2024
A cura di: Damiano Gullì
Progetto di allestimento: Top Tag
L’esposizione propone un dialogo inedito tra le opere di Yuri Ancarani, Alberto Biasi, Zhang Chun Hong, Qin Feng, Soundwalk Collective, Nanda Vigo e Lorenzo Vitturi, generativo di nuove visioni e immaginari legati alla natura e al paesaggio, all’architettura, al suono e alla calligrafia. Attraverso una selezione di video di archivio la mostra offre inoltre l’occasione per ripercorrere tutte le collaborazioni sviluppate in un costante scambio e dialogo con artisti visivi, fashion e industrial designer, registi, videomaker, architetti e musicisti.
Ingresso libero

  • Design Walk in Budapest

15 – 21 aprile 2024
Budapest select a cura di: Rossana Orlandi
Presenta dall’agenzia di Fashion e Design Ungherese (Hungarian Fashion and Design Agency) la mostra mette in luce la dinamica comunità creativa ungherese. Un omaggio alla scena creativa di Budapest, capitale dell’Ungheria cullata dal Danubio come un polo di aggregazione culturale, che mette in mostra il patrimonio architettonico e di design in chiave moderna. Il progetto evidenzia la straordinaria capacità della città di preservare le sue sfaccettate tradizioni storiche, abbracciando al contempo la modernità. Questa mostra si propone come una curiosa esplorazione dell’anima artistica di Budapest, guidata da designer e artisti visionari. Le loro reinterpretazioni delle meraviglie architettoniche della città donano nuova vita ai monumenti storici, rivisitandoli in chiave contemporanea.
Ingresso libero

  • Emeco to Emeco

15 – 21 aprile 2024
Exhibition design: Jasper Morrison
Nel 1944, in piena Seconda Guerra Mondiale, la Marina statunitense aveva bisogno di sedie. La richiesta era di un prodotto leggero, ignifugo, resistente alla corrosione e – a quanto pare – a prova di siluro. L’azienda americana di mobili Emeco accettò la sfida ed è così che nacque l’ormai iconica 1006 Navy Chair, realizzata in alluminio riciclato per esigenze legate al periodo bellico. Il 2024 segna gli ottant’anni di vita del marchio di Hanover, in Pennsylvania, che dopo il promettente esordio come fornitore governativo e militare è diventato un produttore di mobili di design di fama internazionale che vanta collaborazioni con molti dei principali architetti e designer del mondo. La mostra Emeco to Emeco, il cui allestimento è firmato da Jasper Morrison, celebra il potere trasformativo del design e mette in luce l’impegno duraturo di Emeco per l’artigianalità, la durevolezza e l’uso intelligente delle risorse.
Ingresso libero

  • walking sticks & canes
    15 – 21 aprile 2024
    A cura di: Keiji Takeuchi
    Con il supporto di: Karimoku
    Non è semplice risalire al primo bastone della storia. È lecito presumere che tutto iniziò quando qualcuno raccolse un ramo staccatosi da un albero, lo ripulì dalle foglie e se ne servi come appoggio per passeggiare nei boschi. Inizialmente, è stato senz’altro uno di quegli oggetti primitivi realizzati spontaneamente a seconda del bisogno. Col passare del tempo il bastone si è evoluto di pari passo con i mutamenti culturali e della società, assumendo naturalmente significati e scopi diversi. Nel corso della sua storia è diventato un simbolo di autorità e potere, anche ecclesiastico, e successivamente uno statement di stile e l’espressione dello status sociale. Questa mostra offre l’opportunità di condividere le ricerche effettuate, attraverso diciotto esemplari di bastoni realizzati da designer scelti dal curatore, che hanno voluto condividere la loro visione, con l’intento di sensibilizzare il pubblico nei confronti di questo oggetto essenziale ed espressivo.
    Ingresso libero
    Wallpaper* Class of ’24
  • 15 – 21 aprile 2024
    Un progetto di: Wallpaper*
    Progetto espositivo di: DWA Design Studio
    Con il supporto di: American Hardwood Export Council

Con: Alexis and Ginger, Andu Masebo, Christian + Jade, DDNG Studio, Ibiyane, Josh Ike Egesi, Lauren Goodman, Lily Clark, Matan Fadida, MMR Studio, Olivia Bossy, Panorammma, Raphael Kadid, Rino Claessens, Rio Kobayashi e Seongil Choi.
Class of ’24 segna il ritorno di Wallpaper* alla Milano Design Week con una nuova mostra che presenta il lavoro di talenti emergenti nel campo del design. Wallpaper* Class of ’24 celebra il futuro del design e offre una piattaforma in cui una vasta gamma di background e discipline possono debuttare su un palcoscenico globale, facendo leva sul ruolo di Wallpaper come campione di innovazione e talento emergente. Wallpaper* ha anche collaborato con l’American Hardwood Export Council (AHEC), che presenta due progetti realizzati da Giles Tettey Nartey e Parti Studio in acero americano, in collaborazione con Jan Hendzel.
Ingresso libero

  •  Universo Satellite. 25 anni di SaloneSatellite

16 – 28 aprile 2024

A cura di: Beppe Finessi
Progetto di allestimento: Ricardo Bello Dias con Hariadna Pinate
Progetto grafico: studio òbelo
Con la supervisione di: Marva Griffin Wilshire
Nato come un “pianeta” del Salone del Mobile di Milano, ormai da tempo il SaloneSatellite è diventato un vero “universo” in sé, e il progetto espositivo Universo Satellite ne celebra i 25 anni di storia. Negli spazi di Triennale – allestiti per l’occasione da Ricardo Bello Dias, e con il progetto grafico dello studio òbelo – vengono esposti tutti gli “ingredienti” di una ricetta imbattibile, quella ideata nel 1998 da Marva Griffin Wilshire che ha portato alla realizzazione di questa imprescindibile manifestazione del mondo del design internazionale. Una manifestazione da sempre generosamente promossa e sostenuta dal Salone del Mobile di Milano, che è riuscita nel corso degli anni a crescere in modo e a ritagliarsi una posizione originale e sempre più riconoscibile, fino a diventare un vero e proprio Universo, “centrato” intorno a un’idea forte, unitaria e sfaccettata, che nel tempo ha intrecciato persone, scuole, imprenditori, aziende intorno ai progetti dei giovani designer.
Ingresso libero

  • 19 e 20 aprile, Progetto speciale:
    Design I Care – Ci prendiamo cura del grande design italiano
    La Scuola di Restauro di Botticino, durante la Milano Design Week 2024, apre negli spazi di Triennale Milano un laboratorio di restauro temporaneo, promosso da Valore Italia, per sensibilizzare e avvicinare il grande pubblico ai processi di conservazione e valorizzazione degli oggetti più iconici della collezione del Museo del Design Italiano di Triennale. Gli studenti della scuola, accompagnati dai docenti, svolgeranno analisi e interventi di pulitura su alcuni importanti pezzi di design che costituiscono oggi la memoria storica di un vissuto sociale che va preservato. Tra le opere protagoniste degli interventi di restauro: la lampada Pipistrello di Gae Aulenti, la libreria Glifo di Enzo Mari e il divano Tramonto a New York di Gaetano Pesce.
    Ingresso libero
    Public program e party:

 

  • 15 aprile ore 19 – terzo e ultimo appuntamento di Alors? On Dance!, ciclo di serate organizzato da Fondation Cartier che inizia venerdì 12 aprile;
  • 16 aprile ore 11.30 – lecture Transformative experience design: progettare esperienze immersive per il cambiamento positivo;
    ore 19 – The Night of the Dragon, la festa di Triennale per la Milano Design Week, aperta a tutti e che vede coinvolti l’artista Fred Ventura e la dj australiana Logic1000.
  • 18 aprile ore 18 – in teatro presentato in anteprima We the others film di Maria Cristina Didero e Francesca Molteni, che presenta la vita e le opere di Fernando e Humberto Campana.

Rimangono aperti al pubblico il Museo del Design Italiano, che ospita una parte della collezione permanente di Triennale, la mostra Dan Graham. The Passing time City (fino al 12 maggio), la mostra Ettore Sottsass. Design Metaphors (fino al 15 settembre) e l’installazione Saetta (Totem) di Alice Ronchi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Calendario eventi

Ultimi articoli

Related articles

I centri commerciali devono rispondere ai bisogni dei clienti

In occasione di Mapic Italy 2024, Cncc e Nomisma hanno presentato i risultati della survey “Le strategie dei...

Merope e Mandarin Oriental apriranno un resort di lusso nel cuore di Roma

Merope asset management, società italiana di investimento e sviluppo immobiliare, annuncia l'apertura di una struttura ricettiva di lusso...

Ubs: opportunità di diversificazione di portafoglio dal real estate

Il settore immobiliare continua a rappresentare un'opportunità rilevante per gli investitori che cercano di diversificare il portafoglio attraverso...

Mercato immobiliare di lusso, cresce del 18% l’interesse internazionale

Sempre più attenzione dall'estero per gli immobili di lusso in Italia. Secondo l'Osservatorio di Luxforsale, il 43% dei...