venerdì, Marzo 1, 2024

Savills con Bluserena hotels & resort per lo sviluppo di strategia Esg

Data:

Share post:

Savills e Bluserena hotels & resorts annunciano di avere avviato una collaborazione per lo sviluppo della strategia Esg corporate con l’obiettivo di creare un framework che  integri i criteri di governance, gli aspetti operativi della Società alberghiera  fino agli impatti ambientali dei resort gestiti da Bluserena.

Una collaborazione che nasce da interessi centrali per l’azienda. Il tema della sostenibilità, infatti, guida da sempre le scelte strategiche e gli investimenti di Bluserena, nel campo dell’impatto ambientale e climatico, così come nel rapporto con la comunità, nella sicurezza e inclusività sul lavoro e nella corporate governance, ispirata da sempre a criteri etici.

Il particolare sul tema della sostenibilità, Marcello Cicalò, ceo di Bluserena hotels & resorts, ha dichiarato: “La sostenibilità è uno dei pillar più importanti per noi di Bluserena, ed è al centro delle nostre operazioni. Vista la grande ricettività delle nostre strutture e il dovere di tutti noi di preservare il pianeta per le generazioni future, essere sostenibili è una priorità per il nostro gruppo”. E prosegue, “Siamo entusiasti della nostra partnership con Savills, che rafforzerà ulteriormente la nostra azione in questo campo. Insieme, ci impegniamo a implementare iniziative ecologiche e socialmente responsabili per offrire esperienze straordinarie ai nostri ospiti, ridurre l’impatto ambientale e creare un ambiente lavorativo sostenibile”.

Il team building & project consultancy, coadiuvato da Savills Earth per i profili economici e ambientali, sta esaminando le diverse aree tematiche Esg per ottenere una lista di azioni secondo un ordine di priorità di impatto che permetterà di erigere la Esg strategy e il conseguente action plan: una road map che guiderà le azioni di Bluserena nei prossimi anni, per raggiungere l’obiettivo di diventare market-leader e un esempio di best practice nel settore alberghiero in Italia.

Savills riporta di impegnarsi da lungo tempo nella promozione della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa attraverso un team di esperti altamente qualificati, contribuendo a guidare l’industria immobiliare verso un futuro più sostenibile.

Nunzia Moliterni – head of building & project consultancy di Savills afferma: “Siamo onorati di supportare Bluserena Hotels & Resorts nello sviluppo della loro strategia ESG. Il team BPC di Savills ha come obiettivo quello di offrire soluzioni personalizzate ai clienti, aiutandoli a sviluppare strategie ESG e a implementare pratiche sostenibili sul proprio portafoglio immobiliare”.

Anche se “Bluserena4Green” – nome del piano strategico Esg dell’azienda alberghiera – con il supporto di Savills, vedrà la luce entro il primo trimestre del 2024, Bluserena riporta che l’impegno su tali temi è già stato avviato a inizio 2023, con una serie di azioni concrete

Tra queste, la riduzione dell’utilizzo della plastica monouso nei resort del 50% nel 2023, con un risparmio di 43 quintali di plastica; l’utilizzo anche di energia prodotta da pannelli fotovoltaici, riducendo in questo modo l’immissione annua di CO2. Già oggi nel 30% dei Resort Bluserena viene utilizzata solo energia prodotta da pannelli fotovoltaici e l’obiettivo entro il 2027 è di dotare tutti i resort di energia prodotta dal fotovoltaico. Inoltre, Bluserena ha messo in atto una politica di diminuzione degli sprechi alimentari sensibilizzando i propri Ospiti ad un consumo consapevole di cibo dal buffet. Un monitoraggio dell’azienda, infatti, ha rilevato che risultano sprecate 1.200 tonnellate di cibo l’anno, equivalenti a un kilogrammo di cibo per ospite al giorno (Bluserena ospita 1.200.000 presenze l’anno). Bluserena mira a dimezzare lo spreco alimentare pro-capite del 50% entro il 2027, in linea con l’obiettivo di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030.

Altrettanto importante per Bluserena è creare un ambiente lavorativo armonico e collaborativo, dove ognuno possa dare il proprio contributo. A tal fine, sono stati introdotti una serie di strumenti utili a recepire il sentiment nell’ambiente lavorativo e attuare azioni migliorative mirate, come l’Internal client satisfaction survey, al quale sono seguite azione di ascolto e messa in comune di feedback con i dipendenti; il progetto “The solution box” (una teca dove ogni collaboratore, anche in forma anonima, può inserire un messaggio per l’azienda) è stato avviato con lo stesso obiettivo, così come la Task-force orientata a individuare le best practices di interesse trasversale, chiamata “L’azienda che vorrei”.

Bluserena riporta inoltre di essere impegnata nell’integrazione e valorizzazione di lavoratori vulnerabili. Anche quest’anno, infatti, è tra le 167 aziende in Italia premiate da Unhcr, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati per l’impegno nei processi d’integrazione lavorativa dei beneficiari di protezione internazionale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Calendario eventi

Ultimi articoli

Related articles

Garbe taglia il nastro del Giovi Logistics Park

Questo contenuto è dedicato agli abbonati. Fai login o abbonati a Requadro.

Giemme lancia Eos, primo smart building connesso alla mobilità green, con Bmw

Giemme Real Estate Development ridefinisce il concetto di abitare: da spazio confinato a ecosistema sostenibile personale del cliente,...

Castello Sgr acquista il complesso immobiliare di Poltu Quatu in Sardegna per 70 mln

Castello Sgr - primaria società di gestione del risparmio attiva nel mercato immobiliare e leading investor nel settore...

Osservatorio Npe Credit Village: “Nel 23 in calo volumi e numero di transazioni”

In calo il mercato dei crediti difficoltosi o deteriorati nel corso del 2003. Lo ha stimato l'Osservatorio nazionale...